Hotel Buca di Bacco Positano

Storia dell'albergo Buca di Bacco

L’albergo è ubicato nel cuore di Positano, sulla spiaggia di Marina Grande, lo stesso luogo in cui 2000 anni fa esisteva una sontuosa Villa Romana ( I sec. D.C.) sepolta nel 79 d.c. dall’eruzione del Vesuvio.

Il nome Buca di Bacco, affascinante e curioso ha una lunga tradizione alle spalle, nacque dalla fantasia di un gruppo di esuli ed artisti primi frequentatori di Positano che adibirono una  cantina a ritrovo per esclusive e romantiche serate a lume di candela.

Fu appunto Gilbert Clavel, insieme al pittore Lubbers ed al giornalista Italo Tavolato che inventarono la Buca di Bacco, dove “Buca” sta per cantina e “Bacco” si sa è il Dio del vino dell’antica mitologia greca.

Questo angolo di paradiso, così descritto da molti, lo è stato soprattutto per i pittori: il napoletano Caprile, l’olandese Gerard Hordyk, il tedesco Richard Oelze, Picasso e Carrà; meta inoltre di scrittori come John Steinbeck, Corrado Alvaro, Alberto Moravia, Riccardo Bacchelli ed altri che qui hanno soggiornato, per non parlare poi di quel gruppo di profughi tedeschi che dal 1939 al 1945 si rifugiarono a Positano per sfuggire alla tirannide nazista, lo scrittore Stefan Andres, Martin Wolff, il pittore russo Osheroff o Ivan Zagaruiko.

Questi artisti, con le loro opere, ricche di colori, di umanità che solo la gente di questi luoghi era in grado di emanare, hanno contribuito a modificarne la storia, quella piccola e silenziosa di una costa al riparo dagli eventi del tempo.

Negli anni ’50, i mitici anni della “dolce vita”, Positano da luogo di “rifugio”, cominciò a diventare un polo turistico frequentato dal “jet set” internazionale. Il grande cambiamento fu evidente quando vi giunsero grandi personaggi del mondo dello spettacolo come Vittorio De Sica,  Richard Burton e Liz Taylor, Alberto Sordi, Franco Zeffirelli, Sir Laurence Olivier, Eduardo de Filippo e tanti altri tanto da far rivaleggiare Positano con località famose come Portofino o Saint Tropez.

KennedyO'TooleTotÚBettojaGrace - Ranieri

È in quegli anni che la Buca di Bacco divenne il salotto mondano del paese intorno al quale per oltre un ventennio gravitò la vita spensierata di una generazione splendidamente descritta in un libro dello scrittore Raffaele la Capria ed ispiratore di un film con la regia di Vittorio Caprioli (Leoni al Sole, 1961).


Oggi l’albergo ha un aspetto molto diverso da quello dell’immediato dopoguerra ed è per dimensione e servizi offerti un’azienda moderna, sempre al passo con i tempi e ciò che non è cambiato è la passione che tramandata di padre in figlio, si rinnova e crea quell’atmosfera di calda accoglienza tanto amata dagli ospiti.

Chi desidera trascorrere una vacanza all’insegna della tradizione di questa terra, immersi nella tranquillità, coccolati dall’accoglienza, che è tipica di un’antica dimora, troverà nell’hotel Buca di Bacco la residenza ideale.

Fiore all’occhiello dell’hotel è la ristorazione, di impostazione mediterranea, che continua a portare avanti l’antica tradizione familiare con i sapori semplici e gustosi di una volta.

 

torna inizio pagina

Grace Kelly

Hotel Buca di Bacco - Via Rampa Teglia, 4 84017 - Positano (SA) - Italia - Tel: 089.875699 - Fax: 089.875731 - E-mail: info@bucadibacco.it
--- L'Hotel è chiuso dal 1 Novembre al 30 Marzo ---

P.Iva: 00183900653

moncler outlet moncler outlet moncler outlet moncler outlet moncler outlet Ralph Lauren Pas Cher Ralph Lauren Pas Cher piumini moncler piumini moncler piumini moncler piumini moncler piumini moncler